banner
HOME CHI SIAMO CONTATTI F.A.Q. LINK UTILI ACCESSIBILITÀ
 
spacer
spacer
SPACER
SPACER
SPACER
SPACER
SPACER
SPACER
SPACER
SPACER
SPACER
SPACER
SPACER
SPACER
SPACER
SPACER
SPACER
bakup
SPACER
banner
 
Network europeo sull'inclusione sociale e la comunità rom
 

Network europeo sull'inclusione sociale e la comunità rom
 
Nel gennaio 2008 è stato lanciato a Siviglia il Network europeo sull’inclusione sociale e la comunità rom. Avviato su iniziativa del Ministero del Lavoro e Affari sociali spagnolo - unità Fse - e dalla Fondaciòn Secretariado Gitano (che ne è segretario), il Network si propone di promuovere la collaborazione tra gli Stati membri al fine di contrastare le discriminazioni che colpiscono la popolazione rom, la più numerosa minoranza etnica all’interno dell’UE con circa 12 milioni di cittadini e anche la più discriminata. L’obiettivo è quello di facilitare l’apprendimento reciproco e lo scambio tra gli Stati attraverso la condivisione di idee, pratiche e strategie innovative, nel quadro dei fondi strutturali, per l’inclusione sociale e lavorativa della comunità rom.
Dal punto di vista organizzativo, il Network prevede:

- il Management Committee, organo decisionale del Network al quale partecipano le Autorità di gestione del FSE e le amministrazioni nazionali responsabili dell’attuazione delle politiche nei confronti della popolazione rom. Sono stati realizzati i seguenti incontri del MC:
Siviglia 24-25 gennaio 2008; Bucarest 6-7 maggio 2008; Lesbo 2-3 ottobre 2008; Budapest 6-8 maggio 2009; Stoccolma 24-25 settembre 2009; Roma 24 febbraio 2010; Cordoba 7 aprile 2010, Cracovia 21 e 22 ottobre 2010, Praga 11 e 12 maggio 2011.


- il Segretariato tecnico (ST), con il compito di garantire la gestione amministrativa e del flusso di informazioni nonché di svolgere il coordinamento del Network. Questo ruolo è svolto dalla Fundacion Segretariato Gitano (FSG), che nel precedente periodo di programmazione 2000-2006 ha gestito il programma operativo Acceder finanziato dal Fse.

Gruppi di lavoro
Il lavoro tematico, avviato nell’ottobre 2008, ha tre focus:
1. Gruppo di lavoro sull’inclusione sociale - coordinato dalla Romania
2. Gruppo di lavoro sull’occupazione - coordinato dalla Repubblica Ceca
3. Gruppo di lavoro su istruzione – coordinato dall’Ungheria

Al di là della specificità tematica, i gruppi di lavoro hanno una metodologia comune che prevede quattro azioni principali:
1. raccolta e analisi dei progetti finanziati dai Fondi strutturali al fine di costruire un database affidabile circa l’uso di tali fondi a favore della comunità Rom in modo da valutarne l’efficienza e l’efficacia;
2. identificazione delle buone pratiche sulla base di criteri comuni definiti dal Network quali esempi guida per la progettazione futura;
3. analisi, attraverso la metodologia della peer review, delle buone pratiche e loro trasferimento tra gli Stati membri attraverso, ad esempio, visite di studio e seminari tematici;
4. sviluppo di azioni comuni volte a migliorare il management dei fondi destinatati ai Rom in ciascuno Stato membro e alla promozione di azioni transnazionali all’interno dei progetti.
L’Italia prende parte al gruppo di lavoro sull’Inclusione sociale, (Unar) insieme a Svezia, Spagna, Romania, Grecia, Slovacchia, Bulgaria, Polonia, Commissione europea e al gruppo sull’Occupazione (Isfol - MLPS), insieme a Repubblica Ceca, Spagna, Slovacchia, Svezia, Polonia, Grecia, Bulgaria, Commissione europea e Segretariato Tecnico.

Oltre al lancio dei gruppi di lavoro, il Network ha:
• creato e attivato il Sito www.euromanet.eu che dovrà essere implementato dagli Stati membri
• redatto una Newsletter telematica trimestrale per aggiornare i membri della rete e la larga utenza sulle attività del Network e delle reti nazionali
• avviato la raccolta dei progetti della programmazione 2007-2013 in corso o di prossima attivazione (Information sheet-EU projects.doc) e delle buone pratiche emerse dalla programmazione precedente (Best practice sheet) al fine di costituire un database dei progetti finanziati nel quadro dei fondi strutturali
• realizzato a marzo 2009 lo svolgimento della prima visita di studio al programma Acceder in Spagna.

Al fine di definire modalità di partecipazione e collaborazione al Network europeo, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali quale Autorità di gestione del Fse ha promosso un tavolo di lavoro a livello nazionale per l'inclusione sociale dei rom.

Capofila Spagna – Ministero del Lavoro e degli affari sociali, Unità Fse – Fondaciòn Secretariado Gitano

Partner
Al Network partecipano, oltre ai rappresentanti della Commissione europea, 12 Stati membri: Bulgaria, Finlandia, Grecia, Italia, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Spagna, Svezia, Ungheria.
L’Italia ha aderito formalmente al Network attraverso:
• il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - DG per le Politiche per l’Orientamento e la Formazione - Autorità di gestione dei due PON Fse, e DG Immigrazione;
• l’Unar – Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali, all’interno del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Link al sito: www.euromanet.eu